Cura dei capelli durante l’estate 🏜

Per non ritrovarsi in autunno con lunghezze inaridite, colore sbiadito e punte spezzate è bene prendersi cura dei capelli.

L’utilizzo di trattamenti preventivi può essere un ottimo rimedio utilizzando: oli essenziali, fiale mineralizzanti ed argille in grado di ripristinare l’idratazione del cuoio capelluto, delle lunghezze e ripristinare il livello ottimale di salute del capello.

Ad ogni modo bisogna fare molta attenzione al proprio tipo di capello. Oli, sieri ed emulsioni hanno una consistenza maggiore e sono adatti per capelli sottili, ricci e trattati chimicamente. Per capelli robusti e naturalmente lisci sono più indicate formulazioni leggere idro-gel o idro-emulsioni.

Lo stesso discorso vale per le lunghezze, capelli corti possono non aver bisogno di molti accorgimenti ma capelli lunghi hanno bisogno di maggior cure.

Lo schermo protettivo per capelli in estate va distribuito a testa asciutta insistendo su lunghezze e doppie punte. In mare o in piscina è bene applicarlo dopo ogni tuffo eliminando prima la salsedine o il cloro con acqua dolce. Se i capelli sono fini è meglio utilizzare un prodotto con filtri a consistenza asciutta simile a lacca per non appesantirli.

Per non stressare la chioma è bene diluire lo shampoo con acqua prima di distribuirlo sulla cute e non sulle lunghezze. perfetti sono i balsami e le maschere e prodotti con funzione termoprotettiva.

Meglio evitare phon e piastra quando è possibile.

La luce, l’umidità e i raggi Uv, coadiuvati dalla salsedine del mare e del cloro della piscina rendono i capelli disidratati porosi e fragili. Anche il vento rovina le lunghezze favorendo le rotture. Il mix di questi elementi “infiamma” il cuoio capelluto, frenandone la capacità di assorbire i principi attivi degli eventuali trattamenti riparatori applicati dopo la detersione. Un’ottima soluzione per evitare i danni è l’utilizzo del carbone.

👀👀👀👀👀👀👀👀👀
Stesso articolo in lingua differente:
ENGLISH
ESPAÑOL
PORTUGUÊS
FRANÇAIS